Vai al contenuto
Home » Il miglior smartphone economico? È quello che hai già: ecco come prolungare al massimo la vita del tuo telefono

Il miglior smartphone economico? È quello che hai già: ecco come prolungare al massimo la vita del tuo telefono

miglior smartphone economico
Condividi:

In questo articolo andremo a vedere quale può essere la scelta migliore quando si parla del miglior smartphone economico, ovvero di come risparmiare quando dobbiamo acquistare uno nuovo telefono senza necessariamente rimetterci un occhio della testa. Ma andiamo per gradi e cominciamo con qualche dato sulle nostre abitudini di acquisto come italiani prima di entrare nel cuore del tema.

Secondo un recente studio, il ciclo di vita di uno smartphone in Europa è di circa 24 mesi. In altre parole, sostituiamo il nostro telefono ogni due anni. Detta così non sembrerebbe un dato di particolare rilevanza ma se pensiamo al costo di questi dispositivi, vuol dire che per chi sceglie di acquistarne uno di fascia medio-alta (che dovrebbe durare di più nel tempo) spende tra i 600 ed i 1.000 euro ogni due anni per passare a un nuovo dispositivo. Una somma considerevole, specialmente se fatta con una frequenza così alta.

Ma è veramente necessario cambiare smartphone così spesso?

In alcuni casi si: se il tuo telefono ha subito dei gravi danni derivanti, ad esempio, da cadute e ripararlo avrebbe un costo esorbitante, allora potrebbe essere meglio comprarne uno nuovo. Ma questa è una situazione limite: sebbene i fan sfegatati della tecnologia che amano comprare l’ultimo modello ad ogni nuovo lancio esistono sicuramente. La verità è che molti di noi scelgono di passare a un nuovo telefono semplicemente perché il telefono attuale comincia ad essere “lento”, ma il miglior smartphone economico è quello che già possiedi!

Devi sapere che i dispositivi moderni sono progettati per durare anche 4 o 5 anni prima di essere considerati realmente obsoleti. Se vuoi risparmiare ed evitare di spendere molti soldi per acquistare di continuo nuovi smartphone, devi pensare a come prolungare la vita del tuo dispositivo affinché rimanga perfettamente utilizzabile per tutto il suo ciclo di vita.

Lascia allora che ti dia qualche trucchetto per estendere la vita del tuo smartphone.

1. Aggiorna il software del tuo smartphone all’ultima versione disponibile

Anche se l’hardware (ovvero i componenti fisici che compongono il dispositivo) restano sempre quelli per tutta la vita del telefono, il software che fa girare il dispositivo può (e deve) essere aggiornato. Sia Apple che Google rilasciano regolarmente aggiornamenti per i propri sistemi operativi e, se hai attivato l’apposito settaggio, il dispositivo si aggiornerà automaticamente.

Questo è importante perché, oltre ad aggiungere nuove funzionalità e migliorare quelle esistenti, viene ottimizzata anche la performance generale del dispositivo attraverso correzione di bug, falle di sicurezza e ottimizzazioni di vario tipo.

2. Libera la memoria del tuo dispositivo eliminando i dati superflui

Avere uno smartphone pieno di foto, video, documenti e app inutilizzate è un po’ come avere un armadio completamente pieno di vestiti che non usi: trovare quello che cerchi è più difficile e richiede più tempo. La stesa cosa succede al tuo telefono: con il tempo foto, video e app si accumulano andando a riempire la memoria rallentando il tuo telefono.

Per ridurre questo problema, occorre eliminare periodicamente foto e video dalla memoria locale e salvare in cloud. Io personalmente uso Google Photos. L’app funziona molto bene, è gratis fino ad una certa soglia di memoria e ha una funzionalità per eliminare automaticamente le foto/video dalla memoria locale una volta salvate sul cloud tramite l’app. Un altro consiglio è di eliminare periodicamente le app inutilizzate che, messe insieme, possono occupare molto spazio in memoria.

3. Cambia la batteria dopo 2-3 anni di utilizzo

La batteria dello smartphone si deteriora nel tempo con il susseguirsi dei cicli di ricarica. Questo processo di deterioramento porta la batteria ad avere sempre meno capienza riducendone notevolmente la capacità di immagazzinare energia da rilasciare durante la giornata. I dispositivi moderni monitorano automaticamente la “salute” dello smartphone, cosa che puoi verificare anche tu direttamente dalle impostazioni.

Quando il dispositivo rileva un deterioramento della batteria, riduce le proprie performance per aumentare la durata della carica, provocando un rallentamento generale del telefono. Il mio consiglio è di sostituire la batteria quando la sua integrità scende al di sotto dell’80%, tipicamente dopo 2-3 anni a seconda dell’utilizzo e della frequenza di ricarica.

Cambiare la batteria ha un costo contenuto e può oscillare tra i 50 ed i 70 euro. Un bel risparmio se lo paragoni all’acquisto di un nuovo smartphone. Un altro consiglio che ti do è di cambiare il cavo di ricarica nel caso fosse visibilmente danneggiato poiché anche questo è un fattore che può accelerare il deterioramento della tua batteria.

4. Utilizza una cover per proteggere il tuo smartphone

Coprire il design originale del tuo dispositivo con una cover può non sembrare un’idea particolarmente allettante da un punto di vista estetico. Il problema è che, se il tuo smartphone dovesse ricevere degli urti accidentali, potrebbe subire dei danni fisici che in alcuni casi potrebbero comprometterne la funzionalità.

Per proteggere lo smartphone da questo rischio, è importante scegliere una cover di buona qualità che copra tutti gli angoli del telefono e abbinarla a una pellicola salvaschermo trasparente. Oggi ne puoi trovare veramente tantissime sia online che nei negozi e alcune non sono neanche così male esteticamente! Oltre a prolungare la vita del tuo smartphone, la cover lo protegge da graffi e gli inevitabili segni dell’usura aumentando il prezzo a cui potrai potenzialmente vendere il tuo telefono usato quando lo vorrai sostituire con uno nuovo.

Si può sempre prolungare la vita del telefono?

Come già anticipato all’inizio del post, bisogna dirci chiaramente che ci sono situazioni in cui non ci sono alternative. Se i produttori non rilasciano più aggiornamenti per un dispositivo troppo vecchio oppure se riparare i danni del tuo telefono costerebbe più del valore del telefono stesso, allora passare a uno nuovo potrebbe essere la scelta migliore. Ma se non ti trovi in casi così estremi, il mio consiglio è quello di prolungare al massimo la vita del dispositivo attuale e risparmiare un bel po’ di soldi.

Che fare con i soldi che hai risparmiato?

Se sceglierai di seguire il mio consiglio su come rendere quello che già possiedi il miglior smartphone economico, avrai risparmiato dei soldi e dovrai scegliere cosa farne. Ti consiglio di usarli per costruire il tuo fondo di emergenza o, se già ne avessi uno, di investirli per il lungo termine sui mercati finanziari.

Domande per i lettori:

Qual’è secondo te il miglior smartphone economico? Che scelta faresti qualora volessi uno smartphone con il miglior rapporto qualità/prezzo? Sei d’accordo sul provare a prolungare al massimo la vita del tuo telefono attuale o pensi che non ne valga la pena?

Condividi:

Lascia un commento